in

Le italiane sono le mamme più “vecchie” d’Europa

Le italiane sono le mamme più “vecchie” d’Europa

Secondo una recente indagine, svolta sui dati Eurostat risalenti al 2017, le donne italiane diventano mamme più tardi rispetto alla media europea. Le donne del Bel Paese, quindi, sono le più vecchie d’Europa. Nel 2017 le nascite sono state 5,075 milioni, in calo rispetto al 2016, quando si sono registrati 5,148 milioni di nuovi nati. Ma c’è di più. Le italiane fanno anche meno figli a testa. Il 47% di queste nascite, infatti, è relativo al primo figlio, il 36% al secondo e il 19% al terzo e al quarto. Possiamo dire che l’Italia non è un paese per mamme.

A remare contro la voglia di fare un figlio, come prevedibile, il periodo di instabilità. Le donne aspettano nell’attesa di vivere una situazione lavorativa, e di benessere in generale, più stabile. Precarietàdisoccupazionedisparità di genere sono i fattori che indurrebbero le donne italiane a fare figli oltre i 40 anni. È come se ci fossero, e di fatto ci sono, due mondi: quello della maternità e quello del lavoro, che non possono vivere nello stesso momento.

Le donne italiane in media hanno 31,1 anni quando decidono di diventare madri, secondo quanto rivelano le statistiche. Dopo di loro ci sono le spagnole, le lussemburghesi, le greche e le irlandesi. Seguendo questo andamento, le italiane sono anche le meno propense a restare incinte in età adolescenziale, con l’1,6% di nascite sotto i 20 anni.