in

La stagione in cui sei nato dice molto sulla tua personalità

Sapete che il mese in cui nasciamo può influenzare le nostre abitudini comportamentali ed emotive? Non si tratta di un’ipotesi ma di una conferma, nel senso che è il risultato di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori. Lo studio in questione è stato condotto in Ungheria ed è stato presentato al congresso dell’European College of Neuropsychopharmacology di Berlino. Nel corso del loro studio, i ricercatori hanno notato che le persone nate in un certo periodo dell’anno e dunque in una stagione piuttosto che in un’altra, hanno maggiore probabilità di sviluppare un determinato atteggiamento. In realtà non si tratta di una novità, nel senso che il fatto che il giorno della nascita potesse influenzare in qualche modo la personalità si sapeva già e lo aveva anche confermato l’astrologia già da tempo.

Tornando allo studio, i ricercatori hanno utilizzato un campione di 400 adulti, e nello specifico sono state analizzate le singole personalità di ognuno di questi in base proprio alle stagioni di nascita, poi una volta terminata l’indagine gli scienziati hanno tracciato delle linee comportamentali generali, notando come alcuni tratti della personalità fossero comuni ai nati nelle medesime stagioni. Questo è dovuto in parte a dei neurotrasmettitori come la dopamina e la seretonina che andrebbero ad influenzare l’umore. Ricordiamo che con il termine personalità si intende l’insieme delle caratteristiche psichiche e delle modalità comportamentali che definiscono il nucleo delle differenze individuali, nella molteplicità dei contesti in cui la condotta umana si sviluppa. Secondo quanto è emerso, invece, da un altro studio, sembra che nascere in una stagione piuttosto che in un’altra possa aumentare la possibilità di soffrire di disturbi psicologici in età adulta; anche in questo caso studi biochimici hanno dimostrato che la stagione in cui si nasce ha un’influenza su alcuni neurotrasmettitori come la dopamina e la serotonina, rilevabile anche da adulti.

E’ questo sostanzialmente quanto dichiarato da Xenia Gonda, ovvero la docente del Department of Clinical and Theoretical Mental Health dell’Università di Budapest e direttrice dello studio su 400 volontari.In base a questo studio, dunque, ad esempio le persone nate in estate avevano una maggiore probabilità, rispetto a quelle nate in inverno, di possedere una personalità ciclotimica, ovvero caratterizzata da sbalzi d’umore frequenti tra emozioni di felicità e di tristezza. Per lo più, coloro i quali sono nati nei mesi invernali tendono ad essere irritabili e nervosi, mentre coloro i quali sono nati nella stagione estiva, tendono ad avere un carattere più duro e il loro umore oscilla tra la tristezza e l’allergia.

I nati con il sole, dunque, in primavera e estate avrebbero un atteggiamento ipertimico, ovvero di positività spesso ai limiti dell’eccesso, mentre le persone nate in autunno, nonostante il luogo comune dell’uggiosità, sarebbero quelle meno soggette alla depressione.Infine, da alcuni studi è emerso che ci nasce nei mesi compresi tra fine settembre e fine dicembre, è meno depresso e più malleabile, rispetto a coloro i quali festeggiano il compleanno in inverno. Voi, avete mai trovato o semplicemente pensato ad una correlazione tra mesi di nascita e umore personale?