Storie

Festeggiato porta la torta, il ristorante gli addebita il costo del taglio

Ha portato una torta fatta in casa per festeggiare il suo compleanno e il ristorante gli addebita il costo del taglio

Ha festeggiato il suo compleanno con gli amici al ristorante portando una torta fatta in casa. Ma quando arriva il conto l’amara sorpresa: il locale gli ha addebitato il costo del taglio della torta.

E’ successo a Desenzano del Garda, un comune in provincia di Brescia e a raccontare il fatto è stata la mamma di un’amica del festeggiato.

La donna ha esternato il suo disappunto in un post su Facebook in cui si è dichiarata “basita e senza parole”.

Ha continuato scrivendo: “Ieri sera mia figlia e alcuni amici sono stati al Linus a Desenzano invitati a un compleanno. Il festeggiato ha portato la torta, e al momento di pagare lo scontrino era maggiorato per il servizio del taglio della torta Sono rimasta basita e senza parole. Ridicoli”.

Per non destare nessun dubbio ha pubblicato anche lo scontrino.

Il locale in questione è il noto Linus R-Evolution di Via Curiel a Desenzano del Garda. Un ristorante pizzeria molto famoso e frequentato.

La risposta dell’addetto alle pubbliche relazioni non si è fatta attendere.

Queste le sue parole: “Il ristorante non è stato avvisato da nessuno che avrebbero portato una torta e nemmeno si sono informati se proponiamo delle torte per queste occasioni (servizio che invece proponiamo con ampia scelta). La direttrice del ristorante, quando il festeggiato si è presentato con la torta, ha puntualmente avvisato che per il servizio sarebbe stato applicato il costo di 1 euro. Quindi nessuna sorpresa al momento del conto”.

A difesa del ristorante va detto che esiste una pratica in uso molto antica chiamata “diritto di tappo”.

Nel momento in cui un cliente porta al ristorante una bottiglia di vino comprata da un’altra parte, è buona regola pagare al locale una somma per il servizio stappatura e lavaggio dei bicchieri.

In questo caso al posto della bottiglia c’era la torta.

Su facebook intanto la polemica si è infiammata con chi si schiera con il festeggiato:
“Se i vostri figli frequentano il locale, è meglio che lo sappiano. Non oso immaginare cosa succederebbe con i turisti stranieri” e chi con il ristorante: “Ridicolo qua è chi si lamenta. Ma scusate, chi paga la lavapiatti o le posate? Il ristorante”.

 

 

 

 

 

Tags

Related Articles

Back to top button