in

Essere fedeli è sintomo di intelligenza: i traditori sono persone meno “evolute”

Essere fedeli è sintomo di intelligenza. Scopriamo subito il perché.

Essere fedeli, in un rapporto di coppia è molto importante, è altrettanto importante mantenere una fiducia reciproca, dialogare con il proprio partner e mantenere sempre un comportamento rispettoso nei suoi confronti. Quindi, tradire, sarebbe l’ultima cosa da fare.

Uno studio recente dimostra:

Secondo il neuroscienziato Rodolfo Llinas, l’amore è come una caramella; il motivo?

Sicuramente non è per la sua dolcezza, ma chi è fortemente innamorato ha sempre più bisogno e voglia dell’amore della persona con cui hanno una relazione.

L’amore implica funzioni fisiologiche diverse: non è attrazione fisica o sessuale, è un desiderio incessabile che non cessa mai di essere soddisfatto. Infatti nasce nell’area emozionale del cervello, dove esistono reazioni e movimenti stereotipati.

Quali sono le caratteristiche delle persone intelligenti?

Una delle caratteristiche tipiche delle persone intelligenti è quella non solo di credere all’amore eterno, ma soprattutto deve essere fedele; ovviamente questo è un parere confermato anche dal neuroscienziato Llinas.

Inoltre, Llinas afferma che le persone intelligenti modellano e strutturano schemi di azioni fisse, basati sul concetto secondo in cui l’altra persona, che abbiamo al nostro fianco, sia come la propria mano.

“Sapere che non mi spetterà una pugnalata alle spalle è la norma”, confessa Llinas. Inoltre, la fedeltà appare come un mezzo ragionevole, visto che evita uno spreco di energia, emozionale e intellettuale.

Questa energia, le persone intellettuali, la investono nella gestione di questioni molto più complesse e con un grado di importanza maggiore.

Cosa dice lo studio:

A proposito di questo!

Lo studio che ha effettuato il Dottore Satoshi Kanazawa, ottimo specialista in psicologia evolutiva, è molto interessante perché più gli uomini hanno un quoziente intellettivo elevato e più tengono alla fedeltà con la propria partner.

Si sa che per le donne è molto importante l’uomo colto e con un linguaggio appropriato,

ma tengono ancora di più alla fedeltà del proprio uomo; grazie a questo riescono ad aprirsi e innamorarsi perdutamente.

Dall’altra parte però:

Satoshi dimostra come la fedeltà sia un prodotto dell’evoluzione dell’essere umano visto che originariamente aveva rapporti con chiunque, poi ha sviluppato, gradualmente, rapporti esclusivi, caratterizzati da una prevalenza della ragione sull’istinto.

Quindi, chi è infedele ha a disposizione moltissimo tempo e ha una predisposizione emozionale al conflitto.

Chi invece è impegnato in relazioni più importanti non ha bisogno di spendere fiato ed energia per pensare di dire bugie per nascondere le proprie “scappatelle”.

Vivere una relazione stabile, è meglio, perché:

 

Invece, è più intelligente chi si vuole creare una relazione stabile e duratura, in modo tale che, quando di approfondisce nel tempo, si possa avere una crescita sia personale che di coppia.

Inoltre, la relazione stabile, può far apparire delle cose molto fondamentali, come per esempio: l’aiutarsi a vicenda, la voglia di superare i problemi insieme, divertirsi e creare qualcosa di veramente solido, che duri nel tempo.

Ma si sa, è fin troppo difficile e complicato per chi sa essere infedele e preferisce delle semplici scappatelle piuttosto dell’amore vero al proprio fianco, e chissà, magari per sempre!

Essere fedeli è molto importante, soprattutto per non rischiare di rovinare una relazione che potrebbe portarvi molti benefici nella vostra vita.