in

Come dormite in coppia? Le posizioni del corpo rivelano come va la relazione

Non è di certo una novità il fatto che ognuno di noi predilige una posizione piuttosto che un’altra per dormire. Che sia di fianco, supino, con un braccio sotto il cuscino, il modo in cui il nostro corpo si posiziona per dormire indica spesso gli stati emotivi in cui ci troviamo in quel determinato momento e la stessa cosa accade quando si è in coppia. Dormite rannicchiati addosso al partner? O semplicemente preferite dormire il più distante possibile dall’altro, svegliandovi dalla parte opposta del letto? Non si tratta certamente di domande indiscrete, quanto di un modo per capire meglio il rapporto con il/la proprio/a fidanzato/a. È proprio vero che da come si dorme assieme si possono scoprire molti aspetti della relazione talvolta nascosti, questo perché ogni posizione dice un qualcosa della unione, perché il linguaggio del corpo quando dormiamo svela pensieri inconsci e rivela come realmente viviamo la relazione di coppia. Le coppie felici pare non abbiano problemi e dormono bene e a lungo, serenamente e senza alcune interruzioni, grazie ad alcuni elementi quali la cura e l’attenzione da parte del partner e la sensazione di sicurezza e serenità che trasmette il rapporto.

Grazie a queste certezze, dunque, la coppia tende a riposare meglio ed avere meno ansia e ad essere meno soggetti a rischio di insonnia. E’ questo sostanzialmente quanto sostenuto da un gruppo di ricercatori della Middle East Technical University in Turchia, della Bilkent University e di tre università americane quali la Cornell University, la Wayne State University e la Penn State, i quali hanno condotto uno studio pubblicato poi sulla rivista Social Personality and Psycological Science. Dai risultati di un altro studio è emerso che le coppie che dormono a poca distanza l’una dall’altra hanno più probabilità di essere felici rispetto a quelli che si addormentano distanti ed ancora qualora i due corpi entrino in qualche modo in contatto, significa che il loro rapporto è più felice. Il linguaggio del corpo, dunque, può dire tanto su come vanno le cose in una relazione anche sul lato sessuale.

Ma andiamo a vedere nello specifico le varie posizioni ed i significati ad essi correlati. Una coppia su cinque opta per la posizione delle “classico cucchiaio”, ovvero quella in cui uno dei partner avvolge l’altro; questa sta ad indicare la protezione del partner che avvolge l’altro, come a dire “fidati di me”. Questa posizione è piuttosto diffusa tra le coppie di recente formazione che cercano un contatto fisico. Altra posizione è quella del “volo” molto simile al cucchiaio, ma in questo caso una delle parti è molto vicino al bordo del letto, e proprio questo aspetto può voler dire che uno dei due ha bisogno di più spazio per sè.

Esiste anche la posizione del “nodo sciolto“, nello specifico questa è più che altro una conseguenza di un’altra posizione definita” insalata di corpi”, una posizione molto intima in cui ci si ritrova in genere dopo il sesso o quando si sta insieme da poco tempo; ritornando al nodo sciolto, sembra che molte coppie in genere inizino con l’insalata dei corpi per poi separarsi dopo qualche minuto, e questo pare rappresenti un buon segno perché significa che c’è un giusto equilibrio tra vicinanza e dipendenza.