in

Classifica dei segni dal più vanitoso al più modesto e il perché

Oggi scopriremo quali sono i segni più vanitoso e modesti dello zodiaco. Partendo dal primo, il più vanitoso, fino ad arrivare al dodicesimo, il più modesto.

1. LEONE

Il motto del Leone, coniato da Lisa Morpurgo, è:”Io sono il migliore”. Credo che incarni alla perfezione la natura di questo segno. Per lui è ovvio che tutti debbano considerarlo su un piano più alto. Lui è il Re. È anche il Re dei vanitosi, per giunta. È lo smargiasso per eccellenza. Si diverte a raccontare le sue imprese eroiche come se fossero esperienze esclusive e destinate solo a quelli come lui. Una particolarità che spesso ho notato è che si vantano del proprio padre e delle relative qualità ricevute dal suddetto, proprio come se fosse il cambio generazionale di una monarchia. Infatti, il Leone, più che fare figli, ambisce ad avere una piccola copia di se stesso, giusto per continuare a rimanere sulla scia dei “migliori” e poter così portare la corona.

2. GEMELLI

I Gemelli sono semplicemente vanitosi, nel vero senso della parola. Forse, insieme alla Bilancia, quelli che apprezzano maggiormente i complimenti. I Gemelli sono un segno abbastanza snob, sono legati alla moda, e un complimento è la controprova, per loro, che stanno svolgendo bene la loro “funzione”. Poi, intendiamoci, i Gemelli sono un segno legato all’umorismo, al sociale e al divertimento, non sono il tipo di persona che guarda dall’alto verso il basso, ma ci tengono a non far parte della classe più “bassa”. È un po’ brutto da dire, ma fortunatamente loro non pensano ciò con cattiveria: diciamo che ognuno ha le proprie fisse e quella è una delle loro.

3. BILANCIA

La Bilancia ci tiene molto al lato estetico, ed è lì che punta la sua vanità. Sentirsi dire “questo vestito ti sta davvero bene”, senza preavviso, è, per la Bilancia, una delle più grandi gioie che possano esserci in una giornata. Quando la Bilancia si sente bella, si elevato. Letteralmente. È difficile, in questi casi, che resista e non si dica, tra sé e sé:”Ma quanto sono bella/o?!”. Ovviamente finirà per dirlo anche alle persone che ha intorno in quel momento, inevitabilmente. Il “problema” è questo: la Bilancia si sente SEMPRE bella.

4. CANCRO

La vanità del Cancro viaggia di pari passo con il suo subdolo, ma presente, egocentrismo. In un certo senso, “cerca” il complimento/l’attenzione attraverso strade alternative, lanciando il sassolino e sperando che qualcuno lo colga. Il Cancro ha un bisogno forte di attenzioni, che lo rendono a volte insopportabile per il fatto che, effettivamente, non sia attaccabile per via dei suoi metodi indiretti. Ma perché vuole attenzioni? Perché è vanitoso e vuole che si noti il suo operato, ha bisogno di supporti e incoraggiamenti per sentirsi meglio. Lui è l’altra faccia del Leone: si ritiene il migliore ma, per come è fatto, non ammetterà mai di pensarla così.

5. SAGITTARIO

Forse il più insopportabile ai più. Questo perché, sentendosi l’unico portatore della verità, si eleva ad un livello più alto degli altri. Insegna ai suoi “discepoli”, piuttosto che parlare da persona a persona. Si sente il guru per eccellenza. E, i discepoli, a fine discorso, specialmente quelli più deboli di carattere, si sentiranno l’obbligo morale di fargli i complimenti, che il Sagittario accoglierà con falsa modestia. Sagittari che mi state leggendo, so che direte (magari non tutti, ma molti) :”Non è vero!!”. Io vi rispondo dicendo di andare a chiedere ai vostri conoscenti cosa pensano di questa descrizione. Se mi dite, invece, che sono descrizioni “di parte”, vi rivelo che anch’io sono Sagittario e non avrei motivo di mentire, nel descrivere la natura di questo segno.

6. ARIETE

Forse la vanità arietina è quella che meno biasimo. Dopotutto, l’Ariete si sente “macho” davanti agli altri, ma è qualcosa che succede dentro di lui. Non ha bisogno della platea per certificare le sue doti. A lui basta un complimento che gli dia sicurezza e, con quello, va avanti cent’anni. Si può fare l’esempio di una persona che si allena in palestra. Se il personal trainer che lo sta seguendo gli dà l’okay ogni tot di tempo, a lui va bene così. È tutto un lavoro su se stesso: la vanità agisce da carburante e non come intralcio alla propria sfera sociale.

7. SCORPIONE

Lo Scorpione, per quanto possa essere un egocentrico molto subdolo come il Cancro, non è propriamente vanitoso. Anzi, lo Scorpione tende ad essere molto riservato poiché abbastanza insicuro (oltre che per un sistema di autodifesa inconscio), nel suo profondo. Piuttosto (se proprio deve), svaluta il prossimo trovandone le debolezze, anche autoconvincendosi tra sé e sé, per aumentare la stima in se stesso. La vanità “sfacciata” non gli appartiene.

8. TORO

Il Toro è un segno molto buono, molto umano. La vanità non fa parte di lui. È un segno molto semplice e tranquillo, non ha bisogno dell’approvazione altrui, non gli servirebbe. Però c’è un fatto che non lo porta ad essere tra le ultime posizioni. Il suo legame ai piaceri della vita lo portano a pensare che le sue scelte e i suoi investimenti siano i migliori sulla piazza, sfoggiandoli con molto piacere. Son possibili frasi come:”Eh, sai, in questa vacanza è andato tutto alla grande, davvero. Uno spettacolo unico. Me la sono goduta alla grande”, dette con fare molto orgoglioso e molto sicuro. È un po’ di vanità che viene fuori, quella legata al suo “buon gusto” per i piaceri della vita. Non è qualcosa di esagerato, ma va ricordato.

9. CAPRICORNO

Il Capricorno è un tipo solitario, che difficilmente si interessa all’aspetto sociale della vita. Non è tra le ultime posizioni perché, dopotutto, anche se il Capricorno non sventola le sue capacità ai quattro venti, sa di possederle o, per lo meno, è convinto di averne. Lui si propone come punto di riferimento solido ed affidabile. In più, è molto ambizioso e questo dona un pizzico di autostima che è una componente ricorrente nelle persone vanitose.
10. ACQUARIO

L’Acquario è molto distante dal concetto di “Io”, inteso come serbatoio di contenuti per il mondo. Quello che conta per lui sono gli ideali forti e i concetti umanitari. Non ponendosi direttamente al centro della situazione, automaticamente sposta le attenzioni per qualcosa che non riguarda lui. Questo lo porta a non avere interesse per mostrare le sue qualità. Diciamolo, egocentrico lo è pure lui, ma certamente è un egocentrismo di carattere opportunistico, ovvero “mi conviene stare al centro dell’attenzione cosicché le mie iniziative vengano prese in considerazione”. Di suo, è disinteressato al prendersi elogi. È un anti-io e un pro-collettività.

11. PESCI

I Pesci sono molto altruisti, sono i crocerossini dello Zodiaco. Sono interessati al prossimo, al suo benessere. Loro vengono solo dopo. Anzi, tendono a soddisfare la vanità altrui, piuttosto che la propria. Tuttavia non sono gli ultimi di questa classifica, e c’è un perché. Esiste una situazione in cui i Pesci attivano la valvola della vanità: quella in cui manifestano il loro talento per le espressioni artistiche alle quali si appoggiano. L’arte è Nettuniana e quindi pescina, e di questo i Pesci ne sono molto fieri. Succederà, senz’altro, a molti Pesci di esibire le proprie creazioni e di dire:”Ti piace???”. Senza manie di grandezza, certamente, ma dentro di loro lo sanno di avere questo talento e, se cercano un giudizio, è solo per il piacere di sentirsi dire qualcosa di positivo.

12. VERGINE

La Vergine è realista, è critica, a volte anche pessimista. Questo lato lo riversa pure su se stessa. Quando la Vergine dice:”Faccio schifo”, non lo dice per cercare attenzioni o complimenti vari (quello è il Cancro), ma perché crede sul serio che sia così. È davvero la più modesta perché dentro di sé nutre un complesso di inferiorità e non è un segno egocentrico. Anzi, ripudia l’egocentrismo altrui. Anche quando fa qualcosa in maniera praticamente impeccabile, la sua innata capacità di analisi le fa trovare i difetti più piccoli, i particolari più infinitesimali ai quali nessuno farebbe caso. La cosa più dispiacevole è che non esiste un vero e proprio metodo per incoraggiarla: dentro di sé, la sua autostima rimarrà invariata, anche se vi farà credere il contrario.

~ Mirko Di Fede, La Casa Dell’Astrologo ~